Visite: 878

[Ultimo aggiornamento 28.11.2023]

Una persona straordinaria. Un medico molto umano: così pazienti e colleghi ricordano il dottor Umberto Sicari, noto e stimato chirurgo, che si è spento giovedì scorso, 23 novembre 2023. Aveva 75 anni: aveva lavorato a lungo prima nell'ospedale di Noale, dove faceva parte del team del professor Gianfranco Corso, che in 20 anni aveva portato il reparto all'eccellenza, introducendo tecniche chirurgiche innovative, poi in quello di Mirano.

Nato a Cagliari nel 1948, si era laureato in Medicina e Chirurgia all'Università di Catania nel 1973 ed era regolarmente iscritto all'Albo veneziano dal 1980, dopo essere stato iscritto dal 1974 all'OMCeO di Siracusa. Subito dopo la laurea si era trasferito in Veneto e risiedeva a Scorzè.

Chi lo ha conosciuto lo ricorda come una persona speciale, un medico integerrimo e scrupoloso, ma anche gentile, un uomo esemplare, che faceva delle sue grandi qualità umane un tratto distintivo. «Un medico - si legge in uno dei tanti messaggi di cordoglio - sempre con il sorriso, instancabile nel suo lavoro di chirurgo. Sapeva sempre ascoltare, aiutare, confortare…». «Ha sempre lavorato - ricordano i parenti intervistati dalla Nuova Venezia - con impegno e grande dedizione, vivendo l'attività di chirurgo come una vera missione, continuando a studiare e ad approfondire».

Il dottor Sicari lascia la moglie Ivana e i figli Anna, Michela e Francesco. A loro e a tutti i familairi le più sincere condoglianze del presidente Giovanni Leoni, del Consiglio direttivo e dell'Ordine tutto. I funerali saranno celebrati mercoledì 29 novembre alle ore 15 nella Chiesa Arcipretale di Noale. La famiglia chiede non fiori ma offerte per la Fondazione Italiana di Ricerca per la SLA (Iban: IBAN: IT27A0306909606100000005190).

In allegato il pdf dell'articolo: