Visite: 144

Medici in fuga dagli ospedali, botta e risposta a distanza ieri tra il presidente dell'OMCeO veneziano e vice nazionale Giovanni Leoni, che aveva analizzato il fenomeno nei giorni scorsi, e il presidente del Veneto Luca Zaia, che lo ha, invece, minimizzato, dichiarando alla stampa come i numeri smentiscano l'allarme: «Tra il 2021 e il 2022 - ha detto - sono stati assunti 85 medici in più». «Peccato però - la replica di Leoni - che già nel dicembre 2018 mancassero 1.295 specialisti. La logica conclusione è che ora mancano "solo" 1.210 colleghi dipendenti a tempo indeterminato. E stiamo ancora aspettando l'aggiornamento di quei dati».

Contestati dal governatore anche i dati relativi ai bassi stipendi dei camici bianchi: «Per i medici - ha sottolineato - siamo a 85.285 euro, contro la media italiana di 78.766 euro, per i dirigenti tecnici a 82.500 contro la media nazionale di 73.300». «Da liberi professionisti, però - ha risposto Leoni - si prendono il doppio della paga presa come dipendenti ospedalieri e senza avere gli orari stressanti».

Il racconto in un servizio di Maria Stella Donà andato in onda ieri, mercoledì 27 aprile 2022, su Televenezia, disponibile a questo link diretto: https://www.veneziaradiotv.it/blog/medici-in-fuga-dagli-ospedali-zaia-contesta-lallarme/?fbclid=IwAR3OGkF-nM8tNfAhyLqFDm6pngOdnd5OgCEwSvwSVYYIhoXJNQu0hQPpmUg